Juventus 1976/1977

Al primo anno della nuova gestione tecnica affidata al giovane Giovanni Trapattoni la Juventus appare indebolita dalla sostituzione di Capello e Anastasi con i più esperti Benetti e Boninsegna. Sarà invece una delle migliori stagioni della storia bianconera con il double Campionato e Coppa Uefa.

In campionato i bianconeri se la vedono con i campioni uscenti del Torino sino all’ultima giornata: le due squadre, appaiate in cima alla classifica alla fine del girone di andata, danno vita ad un “testa a testa” per tutto il girone di ritorno. La Vecchia Signora prevale alla fine con 51 punti, frutto di 23 vittorie, 5 pareggi e 2 sconfitte – record per la Serie A a 16 squadre –, contro i 50 dei granata, a corollario di “un’annata entusiasmante, indimenticabile” per la città sabauda. Fiorentina terza classificata a quota 35 punti.

Quattro giorni prima di vincere il diciassettesimo scudetto la Juventus si aggiudica anche la sua prima competizione confederale, la Coppa UEFA. Dopo aver eliminato nell’ordine le due compagini mancuniane, Manchester City (sconfitto 0-1 in Inghilterra all’andata, e 2-0 al ritorno) e Manchester Utd (0-1 all’Old Trafford, e 3-0 a Torino), Šachtar (3-0 in Italia, e 0-1 in Unione Sovietica), Magdeburgo (3-1 in Germania Est, e 1-0 in Piemonte) e AEK Atene (4-1 in casa, e 1-0 in trasferta), le Zebre trovano in finale gli spagnoli dell’Athletic Bilbao.

Nella gara di andata i piemontesi si impongono con un secco 1-0 al Comunale con un gol di Tardelli; al ritorno, in un infuocato San Mamés, i bianconeri passano in vantaggio con la decisiva rete di Bettega che permette ai torinesi di vincere il doppio confronto contro i baschi (vincitori per 2-1) e mettere in bacheca il trofeo.

Rimane questa l’unica affermazione internazionale che la Juventus, e più in generale qualsiasi società calcistica, vince con un organico composto esclusivamente da giocatori italiani.

In alto: Giovanni Trapattoni (Allenatore), Francesco Morini, Antonio Cabrini, Luciano Spinosi, Giancarlo Alessandrelli, Dino Zoff, Romeo Benetti, Roberto Bettega, Romolo Bizzotto (Allenatore in seconda); Seduti: Antonello Cuccureddu, Beppe Furino, Claudio Gentile, Sergio Gori, Roberto Boninsegna, Franco Causio; Accosciati: Bruno Corino (Massaggiatore), Marco Tardelli, Alberto Marchetti, Luigi Capuzzo, Gaetano Scirea, Luciano De Maria (Massaggiatore).
📌 Juventus 1976/1977